Il Bonus Acqua Potabile 2022 riprende le stesse caratteristiche di quello previsto per il 2021.
È un’iniziativa del Governo disciplinata dalla Legge di Bilancio 2022 che vuole promuovere un uso responsabile e attento delle risorse idriche, e limitare l’acquisto di acqua da bere in bottiglia in un’ttica di risparmio delle risorse e riduzione dell’inquinamento.
La deroga del bonus lo prolunga fino al 31 dicembre 2023.

Ma quanto si risparmia?

Il bonus è erogato in forma di credito d’imposta, che copre il 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio dell’acqua.

  • Per le persone fisiche esercenti attività economica fino a 1.000 euro per ciascuna unità immobiliare o esercizio commerciale.
  • Per gli altri soggetti fino a 5.000 euro per ciascun immobile adibito ad attività commerciale o istituzionale.

Quali impianti sono ammessi?

Sono inclusi nel bonus tutti gli impianti di filtraggio dell’acqua di casa come:

  • sistemi di mineralizzazione dell’acqua della rete idrica domestica
  • sistemi di filtrazione dell’acqua
  • frigogasatori.

Come si richiede il bonus?

Il Bonus Acqua Potabile si richiede per via telematica compilando in ogni suo campo il Modello di comunicazione.
Per farlo segui le istruzioni di compilazione
fornite.
Il credito d’imposta sarà restituito tramite modello F24.

Contattaci






    Sae Tecnology S.r.l.

    Via Brodolini, 3/A – 42040 Campegine (RE)
    Zona Industriale Giarella

    0522 906505

    info@saedepuratori.it amministrazione@saedepuratori.it