Il corretto funzionamento di un addolcitore d’acqua automatico per uso domestico o condominiale, dipende dalla manutenzione e soprattutto dalla scelta delle giuste pastiglie di sale per addolcitore. Ma cosa sono esattamente le pastiglie di sale? E quali sono le migliori pastiglie di sale per addolcitore? Sono un prodotto sicuro per la nostra salute? Cominciamo con il vedere qual è il funzionamento di un addolcitore e a cosa serve il sale in pastiglie per addolcitori acqua.

Come funziona un addolcitore?

L’addolcitore d’acqua è un impianto di trattamento delle acque, domestico o industriale, che elimina dall’acqua il calcio, il magnesio e gli altri minerali che concorrono a formare il calcare. Il calcare è dannoso per le tubature e gli elettrodomestici, nei quali provoca incrostazioni, e lascia una fastidiosa patina bianca sulle stoviglie. Può danneggiare anche il rendimento delle lavatrici, che non riescono a lavare bene i capi, per non parlare di pelle e capelli quando facciamo la doccia. Un’acqua troppo dura, quindi tropo ricca di calcare, deve essere trattata con un addolcitore. L’addolcitore fa passare l’acqua attraverso quelle che si chiamano resine, appositi filtri che rimuovono i minerali presenti nell’acqua grazie allo scambio ionico. Le resine hanno una struttura tale per cui riescono a catturare gli ioni di calcio e magnesio e a sostituirli con ioni di sodio. La loro capacità di scambio però si riduce con il tempo, per mantenerle efficienti ed efficaci devono essere rigenerate. La rigenerazione delle resine avviene tramite il passaggio di una soluzione satura di cloruro di sodio, la cosiddetta salamoia. Questa soluzione si forma grazie alle pastiglie di sale per addolcitori contenute in un apposito serbatoio.

Qual è il miglior sale per addolcitore?

Le Pastiglie di Sale Giuste | SAE TECNOLOGY Il sale per addolcitore in pastiglie deve essere di buona qualità perché è responsabile del buon funzionamento delle resine e della durata dell’addolcitore. Deve sciogliersi in modo uniforme e non lasciare grumi. I residui come blocchi di sale o fanghiglia provocati da uno scioglimento non uniforme delle pastiglie possono bloccare le valvole dell’addolcitore e provocare guasti all’impianto. Inoltre, le pastiglie di sale non devono comprendere additivi e il minor quantitativo di polvere di sale possibile.

Quale sale in pastiglie scegliere? Per noi è AXAL® Pro

Sale in Pastiglie Axal Pro | SAE TECNOLOGY Qual è il miglior sale in pastiglie per addolcitori? SAE Tecnology ha scelto le pastiglie di sale AXAL® Pro per le caratteristiche tecniche che garantiscono affidabilità e resa.

  • purezza: sono costituite da sale di ebollizione ad elevata purezza con un contenuto di cloruro di sodio pari almeno al 99,9%, a garanzia di una maggiore capacità di rigenerazione e quindi di durata dell’addolcitore
  • solubilità: il tenore di elementi insolubili delle pastiglie di sale per addolcitori AXAL®Pro è meno dello 0,01%. Questo esclude anomalie nel funzionamento delle resine e il blocco delle valvole.
  • stabilità: prodotte con una pressione che assicura lo scioglimento controllato ed evita la formazione di grumi e fanghiglia sul fondo del contenitore.

Il sale per addolcitori è disponibile in diverse forme: cristalli, blocchi o, appunto, pastiglie. Il sale per addolcitori AXAL® Pro si presenta nella forma brevettata di pastiglie a facce bombate, quella che garantisce una rapida formazione di acqua salata satura e la necessaria circolazione dell’acqua di soluzione. Le pastiglie AXAL® Pro sono certificate EN 14805 Tipo 1 e EN 973 Tipo A, la più alta classe di purezza per i prodotti chimici utilizzati per il trattamento delle acque destinate al consumo umano. Non contengono quindi allergeni, OGM o additivi. Se hai dubbi sul sale che stai utilizzando, sulla corretta manutenzione del tuo addolcitore o vuoi un preventivo sulla consegna di pastiglie di sale per quello che hai già, contattaci!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!